Castello Domleschg

Castello di Schauenstein

Schloss Schauenstein
Grazie ai 19 punti Gault-Millau conquistati dallo chef Andreas Caminada, oggi il castello di Schauenstein è una vera roccaforte della gastronomia svizzera.

Descrizione

Il Castello Superiore o Schauenstein, come il Castello Inferiore, risale a un elemento difensivo della città castello episcopale del Medioevo. I baroni di Schauenstein, che possedevano ricche proprietà su Heinzenberg e a Domleschg, fecero dell'ex torre della fortezza la pietra angolare del castello che costruirono tra il 1667 e il 1676.

Soso il portale dell'ala ovest, oltre all'anno 1667, le iniziali e gli stemmi dell'alleanza del barone Johann Rudolf e di sua moglie Emilie, nata Molina, commemorano i costruttori del complesso. L'ultimo della famiglia Schauenstein vendette il castello e le proprietà a Carl Ulysses von Stampa nel 1732. Dopo il grande incendio del 1742, che aveva reso anche questo castello un rudere, solo la parte orientale fu restaurata in carattere maestoso, mentre la parte occidentale fu resa molto più semplice.

Dal maniero al collegio...

1769 Barbara von Planta acquistò Schloss Schauenstein per il suo avventuroso figlio, il maggiore Friedrich von Planta. Portò con sé, probabilmente dalla Francia, quelle deliziose scene di pastori dipinte su tela di fronte a bei paesaggi, che ancora oggi adornano le pareti della sala nell'ala est e ne caratterizzano l'atmosfera familiare.

Bald, il maniero dell'irrequieta "Ziska", come Federico di Planta era comunemente chiamato con il suo soprannome, andò all'inviato Peter Conradin von Planta. Dopo la sua morte, la sua vedova fece trasformare l'ala ovest in un collegio dove gli studenti romanzi e di lingua italiana potevano prepararsi per l'ingresso nella scuola cantonale. Ma nel 1840 la scuola fu chiusa di nuovo, e Schauenstein fu lasciato al suo destino fino a quando Peter von Planta la acquistò nel 1865, che poi acquistò anche il castello episcopale nel 1876.

... alla casa dell'artista e del buongustaio

Il figlio più famoso di Peter, Robert, succedette al padre come proprietario a Schauenstein. Fece completamente ristrutturare il castello nel 1910-1912 e ne fece un popolare luogo di incontro per artisti e scienziati di fama e nome. Il centro del circolo spiritoso era sempre il padrone di casa colto e ospitale. Pochi anni dopo la morte di Robert nel 1937, Gaudenz von Planta vendette il seggio a Rudolf Schoeller nel 1941, che lo vendette alla Emser Werke nel 1961. Oggi, il castello è gestito come ristorante e hotel con 19 punti Gault Millau dal famoso chef Andreas Caminada come una casa gourmet di fama internazionale.

 

Accesso

Castello diSchauenstein è utilizzato come ristorante e hotel. Il complesso si trova direttamente sulla Burgenweg Domleschg.

Wegbeschreibung

Öffentliche Verkehrsmittel

Raggiungibile con l'autopostale.

Parken

Parcheggio sul lato nord del villaggio.

Carta

Verantwortlich für diesen Inhalt Viamala Tourismus.
Dieser Inhalt wurde automatisiert übersetzt.