Tratto 3: Splügen - Isola/Madesimo

Escursione sulla storica mulattiere del Passo Spluga, passaggio doganale Svizzera/Italia. Discesa verso Montespluga e verso Isola attraverso le gole del Cardinello. Pernottamento a Isola o Madesimo (trasferimento con bus di linea).

Splügen - Montespluga
9.0 km, +702/-251 hm, circa 3 ore 

Montespluga - Isola/Madesimo
8.0 km, +217/-872 hm, circa 3 ore 

Splügen - Isola/Madesimo
17.0 km, +700/-900 hm, circa 6 ore

Su questo link si trova la cartina del tratto Splügen-Isola/Madesimo:
Tratto 3: Splügen - Isola/Madesimo

Lungo itinerario

Passo dello Spluga
Per molti secoli il passo dello Spluga vide il transito incessante, in ogni periodo dell’anno, di viandanti, bestie da soma, carri e carrozze. Poco tempo dopo la costruzione della strada dello Spluga (1823), a scopi di sicurezza durante il periodo invernale, fu edificata l’importante galleria paravalanghe a sud del casello daziario. Essa rappresenta oggi una delle ultime testimonianze del massiccio impegno a livello di opere stradali intrapreso nel IXX secolo per tenere testa ai pericoli dell’inverno. Ritrovamenti dell’età del bronzo e del ferro indicano che il passo dello Spluga è stato percorso già in epoca preistorica. Il nome “spluga” è abbastanza comune in Valchiavenna e sta ad indicare località di montagna; deriva da “spelu(n)ca”, cioè spelonca, grotta. A riprova, nei pressi dell’abitato di Montespluga, c’è veramente una grotta che la gente chiama “truna de l’urs” (grotta, tana dell’orso). In passato, il passo dello Spluga veniva denominato monte o passo dell’Orso.

Montespluga
Nel piccolo abitato di Montespluga, dove, nonostante i 1900 metri sul livello del mare, avvertiamo il primo alito dell’Italia e del Sud, l’unico ospizio e l’unica chiesa (la capella di San Francesco d’Assisi, sostituita nel 1825 da una nuova costruzione) della località si trovavano fino al 1841 al Passo dello Spluga. Oggi Montespluga, grazie alle sue strutture ricettive e ai locali di ristoro, è, sia in estate che in inverno, una piccola e accogliente località turistica dall’atmosfera inconfondibile.

Cardinello / Isola
La gola del Cardinello prende il suo nome, che significa “perno della valle”, dal vicino Monte Cardine. Si presume che il primo tentativo di ricavare un passaggio nella gola si ebbe nel 1643. La realizzazione di una via percorribile venne però ultimato solo dopo il 1709, con la costruzione di gallerie, parapetti e tettoie paravalanghe. Il Cardinello era già costato la vita a diversi animali da soma, soldati e pellegrini, e continuava ad essere il tratto più pericoloso della viaSpluga. Suscitò dunque grande scalpore il transito dell’esercito francese nel dicembre del 1800, condotto dal generale McDonald. Nonostante l‘incessante bufera 15 000 uomini riuscirono a raggiun gere Splügen. L’impresa comportò la perdita di molti soldati, travolti dalle slavine e scivolati nel baratro. Isola, con le frazioni di Montespluga e Pianazzo forma il comune di Madesimo, rinomata località sciistica. Si trova qui la quattrocentesca chiesa di SS. Martino e Giorgio con i bassorilievi della Via Crucis murati sulle pareti esterne. Da non perdere è anche l’antico albergo “Locanda Cardinello” con portale datato 1722. Isola è anche il punto di partenza del sentiero storico che porta a Mesocco attraverso il passo del Baldiscio.

Contatto

Informazioni turistiche Viamala
Bodenplatz 4
CH-7435 Splügen
Tel. +41 (0)81 650 90 30
Fax +41 (0)81 650 90 31

infoviamalach
www.viamala.ch

Qui potete scaricare il volantino della viaSpluga:

Volantino viaSpluga 2017


Scaricate la nuova viaSpluga app e cominciate a pianificare il vostro itinerario. Le informazioni ed il link per il download per l’ Ipad e il Tablet Android si trovano qua.

Ulteriori informazioni per la viaSpluga app


Weitere Weitwanderwege in Graubünden:
www.graubenden.ch/weitwandern